TARI – Verifica del gettito riscosso e notifica sollecito di pagamento

 

LINEA COM fornisce al cliente sia un continuo monitoraggio degli importi incassati che le informazioni sui nominativi dei contribuenti che in parte o in toto risultano insolventi, incrociando i dati degli avvisi di pagamento inviati (meglio se provvisti di informazione relativa al “codice operazione” [dato previsto nell’offerta “LINEA COM – Prodotto 1”]) con il flusso F24 di rendicontazione degli incassi previsto da “Punto Fisco”.

Quando il cliente ritiene trascorso un tempo limite oltre l’ultima scadenza prevista (tempo da determinarsi a sua discrezione), LINEA COM provvede ad inviare ai cittadini ancora inadempienti un sollecito di pagamento tramite raccomandata A/R.

Si tratta di un passaggio fondamentale per poi poter procedere con le azioni di recupero coattivo del credito tramite le forme previste dalla normativa vigente.

 

L’attenzione al formarsi del gettito serve per informare costantemente gli uffici competenti sia sullo stato della liquidità disponibile (così da poter calendarizzare consapevolmente il ciclo delle proprie uscite), che sulla rimanente esposizione finanziaria.

La tempestiva azione di sollecito/notifica serve per iniziare quanto prima un’attività di attenzione verso il credito residuo prima che esso rischi di diventare inesigibile.

 

  1. LINEA COM incrocia i dati degli invii degli avvisi di pagamento con i dati dei flussi dei pagamenti F24 reperibili su “Punto Fisco” – opzionale.
  2. Il CLIENTE trasmette a LINEA COM il flusso degli insoluti (sia parziali che totali) su tracciato dati aperto (ad es. .xls, .txt, .xml o altri formati open idonei per la gestione dei dati). [non necessario nei casi in cui LINEA COM esegue anche il punto 1].
  3. LINEA COM provvede ad inviare ai creditori TARI raccomandata A/R per il sollecito degli importi dovuti e non versati.