RIORDINO DELLA NUMERAZIONE CIVICA

La proposta di Linea Com mira alla costruzione di un percorso condiviso con l’ente comunale per incrementare le potenzialità fornite dal database topografico nel caso sia già a disposizione del comune: la gestione dei dati e delle informazioni attraverso il   WebGIS consentirà di integrare le informazioni presenti nei vari archivi comunali ma sottoutilizzate per mancanza di strumenti in grado di connetterle tra loro.

Linea Com mette a disposizione un’avanzata tecnologia GIS e la sua consolidata esperienza nella gestione della cartografia e delle banche comunali per accompagnare il comune verso la costruzione di un Sistema Informativo Integrato in grado di potenziare la conoscenza del proprio territorio e di ottimizzarne la gestione.

Il primo passo per consentire un’integrazione dei dati e una corretta georeferenziazione delle informazioni sul territorio è la sistemazione della numerazione civica tra il rilievo sul territorio e la banca dati comunale.

Il numero civico rappresenta la chiave di collegamento per georiferire le informazioni sul territorio: utilizzando il numero civico come chiave dei collegamento dalle banche dati al territorio e viceversa è possibile partire dalla mappa per ricercare i residenti al quel determinato civico, verificare il contribuente e ricercare la titolarità del fabbricato nella banca dati castali oppure partendo da un soggetto (persona fisica/giuridica, residente/ contribuente/proprietario) è possibile attraverso all’indirizzo e navigare in mappa sino a localizzarsi nel punto corretto.

In sintesi le attività che si possono prevedere sono:

  • Rilevazione via per via degli accessi e relativi numeri civici con la georefenziazione degli accessi e la comparazione con l’anagrafe per numerare gli eventuali civici non esposti;
  • Elaborazione del rilievo per predisporre due tavole per via: lo stato di fatto e una proposta di rinumerazione;
  • Sottoporre la proposta e raccolta delle osservazioni;
  • Sistemazione della banca dati con le osservazioni;
  • Trasmissione dati definitivi nel formato da definirsi;
  • Servizio di fornitura e posa delle targhette dei civici secondo le disposizioni dell’Ente.

Il materiale necessario procurato dall’Ente per iniziare l’attività è:

  • Cartografia aggiornata del territorio comunale;
  • Informazioni anagrafiche esistenti relative ai civici (Elenco capifamiglia);
  • Elenco delle aziende con relativo indirizzo delle sedi sul comune.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

La legge 12 dell’11 marzo 2005 “Legge per il governo del territorio” e successive integrazioni e modifiche prevede che la regione Lombardia in coordinamento con gli enti locali curi la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale nonchè il suo aggiornamento.

La legislazione regionale individua inoltre la necessità per gli enti locali di dotarsi di strumenti idonei per la raccolta, la gestione e l’aggiornamento delle informazioni. In tale contesto nasce la nuova cartografia tecnica digitale aggiornata e condivisa dagli enti: il Database Topografico (DBT).

Nella produzione del Database Topografico le specifiche tecniche della Regione Lombardia prevedono, tra le varie attività, il rilievo dei numeri civici individuandone i criteri di rilievo, di classificazione e di rappresentazione.

IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE (WEBGIS)

Le attività di riordino e rilievo della numerazione civica interna ed esterna descritte sono finalizzate oltre che all’ aggiornamento della nuova cartografia in formato digitale (DBT) anche all’aggiornamento del Sistema Informativo Territoriale a disposizione dei comuni.

Il WebGIS è una piattaforma Open Source in grado di gestisce le informazioni cartografiche e alfanumeriche degli Enti. Il numero civico permette di collegare l’informazione in mappa (per esempio un edificio) con le banche dati del Comune (anagrafiche, tributarie…).

Un ulteriore sviluppo all’interno del WebGIS consiste nel collegamento delle pratiche edilizie al relativo edificio in modo da consentire un costante monitoraggio degli interventi che permetta di effettuare gli aggiornamenti necessari.

Immagine_civici2

 

Il numero civico è collegato al nominativo di una persona fisica o giuridica la quale è collegata alla banca dati catastale, anagrafica e tributaria. Il rilievo e l’informatizzazione del numero civico diviene quindi fondamentale per l’interazione e il dialogo tra le informazioni a partire dalla cartografia catastale oppure dalle banche dati dell’Ente.

L’ operazione prevede una particolare attenzione in fase di rilievo degli accessi: l’obiettivo è individuare oltre agli accessi e civici esistenti, per quanto possibile, il numero civico degli accessi pedonali / carrai dove non siano esposti.

Dopo un’analisi della situazione della numerazione civica del Comune, in base alla condizione dei dati e delle basi cartografiche in possesso, il progetto può articolarsi in più fasi:

1. RILIEVO

  • Aggiornamento del rilievo sul territorio di tutti gli accessi e predisposizione di tavole riepilogative per tipologia di accesso (1. pedonale – 2. carraio – 3. vetrina – 4. servizio);
  • Predisposizione per ogni numero civico di una scheda con fotografia dell’accesso con l’elenco dei capi famiglia associati in anagrafe a quel numero civico;
  • Fotografia a tutti i campanelli degli accessi con più unità abitative e riporto sulla scheda del numero degli interni (supposti in base al numero di campanelli).

2. PROPOSTA DI RIORDINO

  • Analisi del rilievo e predisposizione di tavole con la proposta di nuova numerazione o di variazione dell’esistente con l’ausilio di una simbologia dettagliata;
  • Inserimento nelle schede del rilievo della proposta di numerazione.

Da questa attività, vengono redatte delle tavole di analisi della situazione (via per via), e il Comune potrà verificare la correttezza delle informazioni riportate in tavola e avrà tempo per effettuare le opportune correzioni e inviarle al Centro Servizi per l’inserimento nel DBT.

3. INTEGRAZIONE DEI DATI DI RILIEVO E RIORDINO NEL SIT

  • Caricamento e tematizzazione dei dati di rilievo e di riordino nel Sistema Informativo Territoriale con collegamento alle fotografie e alle schede di rilievo.
  • Saranno evidenziati in mappa gli accessi con più di un interno desunto dal numero di campanelli per una visione immediata della situazione della numerazione interna.

La gestione dei dati nel SIT viene favorita dalla possibilità di integrare i dati dell’anagrafe e dei tributi e di effettuare delle verifiche incrociate.

NUMERAZIONE CIVICA INTERNA

In particolare vi è la possibilità di procedere all’attribuzione di una numerazione civica interna per le unità abitative che si trovano all’interno di uno stesso edificio, la numerazione civica interna è finalizzata al completamento delle informazioni e al collegamento delle banche dati dell’Ente.

Dopo un’analisi della situazione ed un coordinamento delle attività in collaborazione con gli uffici dell’Ente si procede all’individuazione degli edifici per i quali apporre la numerazione interna.

Assegnatala numerazione alle unità abitative è prevista la formazione o l’aggancio al codice ecografico dell’edificio e l’implementazione di una banca dati geografica a cui è agganciata la banca dati catastale e le banche dati comunali.