Piano di Continuità Operativa

La continuità operativa è l’insieme di attività rivolte a minimizzare gli effetti distruttivi, o comunque dannosi, a seguito di un evento che ha colpito un’organizzazione o parte di essa.  La continuità delle attività viene, infatti, garantita.  La sfera di interesse della continuità operativa va oltre il solo ambito informatico, interessando l’intera funzionalità di un’organizzazione, ed è pertanto assimilabile all’espressione “business continuity”.

La continuità operativa può quindi essere intesa come l’insieme di attività volte a ripristinare lo stato del sistema informatico o parte di esso, compresi gli aspetti fisici e organizzativi e le persone necessarie per il suo funzionamento, con l’obiettivo di riportarlo alle condizioni antecedenti a un evento disastroso.

QUALI ADEMPIMENTI NORMATIVI ASSOLVE

Per la Pubblica Amministrazione la Continuità Operativa è un dovere perché:

• E’ tenuta ad assicurare la continuità dei propri servizi per garantire il corretto svolgimento delle funzioni pubbliche ed il diritto dei cittadini ad accedere ai servizi pubblici per via telematica (art. 3, D.lgs. 82/2005, “Codice dell’Amministrazione Digitale”);

• L’Art. 97 della Costituzione ed il principio di buon andamento dell’amministrazione devono essere garantiti anche se si utilizzano tecnologie ICT a supporto dei procedimenti;

• La normativa in merito alla Continuità Operativa per gli Enti della PA all’interno del nuovo CAD (art. 50-bis del D.lgs. 30 dicembre 2010 , n. 235 – Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 ), ed in particolare le “Linee guida per il Disaster Recovery della PA” emesse dall’Agenzia per l’Italia Digitale, impongono l’adozione da parte degli Enti di un Piano di Disaster Recovery in grado di salvaguardare i servizi erogati mediante specifiche infrastrutture ICT.

LA CONTINUITA’ OPERATIVA ICT

La Continuità Operativa ICT riguarda il processo critico ICT che, nel caso di grave e prolungata indisponibilità dei sistemi informativi (disservizio incompatibile con le esigenze di continuità di funzionamento dell’Amministrazione), prevede anche il Disaster Recovery per garantire il ripristino dello stato del Sistema Informativo (o di parte di esso), per riportarlo alle condizioni di funzionamento e di operatività antecedenti all’evento disastroso.

La Continuità Operativa ICT non deve preoccuparsi solo della disponibilità dei sistemi informativi, ma anche della disponibilità delle risorse umane ICT, della disponibilità e fruibilità della logistica, della disponibilità della energia elettrica. Scenari che potrebbero essere, anche contemporaneamente, coinvolti dall’evento.

BENEFICI

L’attuazione della normativa introdotta dal CAD, può diventare per le amministrazioni un’opportunità per il miglioramento dell’efficienza complessiva e del funzionamento dell’Ente.