Il Patto dei Sindaci ed il PAES

L’Unione europea (UE) guida la lotta contro il cambiamento climatico e l’ha adottata quale massima priorità.

Il   Patto   dei   Sindaci (Covenant of Mayors) è un’iniziativa della Commissione   Europea finalizzata al coinvolgimento degli Enti Locali, ed in particolare del livello comunale, nel raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile, nello specifico rispetto al tema energetico.

Il Patto dei Sindaci è la prima e più ambiziosa iniziativa della Commissione Europea rivolta direttamente agli enti locali ed i loro cittadini, affinché essi svolgano un ruolo di rilievo nella lotta contro il riscaldamento globale.

Le autorità locali hanno un ruolo di primo piano nel raggiungimento degli obiettivi climatici ed energetici fissati dall’UE.

Il primo passo che un Comune deve compiere è deliberare in Consiglio Comunale l’approvazione dello schema di convenzione predisposto dal Covenant of Mayors Office.

Con questo atto si dà mandato al Sindaco di sottoscrivere il Patto dei Sindaci con la Direzione Energia della Commissione Europea.

Un sindaco aderendo al Patto dei Sindaci, sottoscrive l’impegno a perseguire e a superare a livello locale gli obiettivi che l’UE si è posta in termini di cambiamento climatico e riduzione di CO2.

Questo impegno prevede un percorso articolato in una serie di passi, i principali sono:

  • La costruzione di un inventario base delle emissioni,
  • La presentazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) entro un anno dalla ratifica del Patto.
  • Redazione di un rapporto biennale di attuazione degli interventi previsti dal PAES

La partecipazione al Patto dei Sindaci sostiene gli enti locali nel loro impegno fornendo loro il riconoscimento, le risorse e le occasioni di contatto necessari per far progredire i loro impegni in favore del clima e dell’ambiente.

Il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) è un documento chiave che identifica i settori di intervento più idonei e le opportunità più appropriate per raggiungere l’obiettivo di riduzione di CO2 dell’UE.

Definisce misure concrete di riduzione, insieme a tempi e responsabilità, in modo da tradurre la strategia di lungo termine in azione.

IL PAES non deve essere considerato come un documento rigido e vincolante.

Con il cambiare delle circostanze e man mano che gli interventi forniscono dei risultati e si ha una maggiore esperienza, potrebbe essere utile o addirittura necessario rivedere il proprio piano.

Il PAES dovrebbe concentrarsi su azioni volte a ridurre le emissioni di CO2 e il consumo finale di energia da parte degli utenti finali. Gli obiettivi principali riguardano gli edifici, le attrezzature, gli impianti e il trasporto pubblico.

Il PAES dovrebbe coprire quelle aree in cui le autorità locali possono influenzare il consumo di energia a lungo termine (come la pianificazione territoriale).

Ogni nuovo progetto di sviluppo approvato dall’autorità locale rappresenta un’opportunità per ridurre il livello di emissioni. Perdere queste occasioni, può avere un impatto significativo nel tempo.

  • Riconoscimento e visibilità a livello internazionale per l’azione su clima ed energia intrapresa
  • Opportunità di influenzare la politica su clima ed energia dell’UE
  • Migliori opportunità di finanziamento per i propri progetti su clima ed energia
  • Modi innovativi di fare rete, scambio di esperienze e consolidamento di competenze
  • Supporto pratico (help desk), materiale orientativo e strumenti di supporto
  • Accesso rapido ad un “know-how eccellente” e a casi di studio emblematici
  • Modelli comuni di monitoraggio.
  • Contesto di riferimento flessibile per le azioni, adattabile alle esigenze locali
  • Cooperazione rafforzata e sostegno da parte delle autorità nazionali e subnazionali.

 

L’adesione al Patto dei Sindaci è un impegno che l’amministrazione sottoscrive direttamente con la Commissione Europea.

Tuttavia, i Comuni, in particolare quelli di piccole dimensioni, spesso non possiedono le risorse tecniche e amministrative per predisporre il PAES.

Linea Com affianca gli enti e le aggregazioni che intendono realizzare il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) seguendo il processo passo da passo sino all’adozione del Piano.

In sintesi, Linea Com supporta e coordina lo svolgimento delle seguenti attività:

  • Adesione al Patto dei   Sindaci attraverso la redazione della convenzione per la delibera in consiglio comunale
  • Supporto alla redazione del materiale richiesto:
    • Inventario di Base delle Emissioni (IBE)
    • Valutazione di rischio e vulnerabilità
  • Presentazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima