Attività di verifica del territorio per il recupero del gettito da elusione

Questo prodotto ha lo scopo di fornire all’ente un servizio tramite il quale, partendo da una verifica aerofotogrammetrica (mappe Google), cartografica e catastale del territorio, vengono ricercate una serie di anomalie con possibili ricadute negative sulle possibili entrate comunali.

La ricerca si concentra sui fabbricati presenti nella cartografia aerofotogrammetrica (con ulteriore verifica sulle mappe Google) e non presenti sulle mappe catastali.

La spiegazione di questa situazione potrebbe essere ricondotta a tre casistiche

  1. Mancato accatastamento del fabbricato.
  2. Mancato inserimento del fabbricato in mappa da parte del catasto
  3. Fabbricato rilevato in cartografia ma che non è soggetto ad accatastamento.

La casistica del punto 1 e quella che deve portare all’accatastamento del fabbricato e alla conseguente attività di recupero dell’imposta non versata dal cittadino.

Le altre due casistiche sono solo attività di riallineamento da parte del catasto sulle sue risultanze (punto 2) o dei cosiddetti “falsi positivi” (punto 3).

La doppia valenza del lavoro è da ricercare da un verso nel recupero pregresso (dall’accatastamento all’oggi) e dall’altro nel consolidamento del gettito futuro, oltre che ovviamente nella centralità che deve avere il principio di trattamento equo di tutti i contribuenti.

MODALITA’ OPERATIVE

  1. Recupero dei dati di cartografia aerofotogrammetrica, catasto cartografico e censuario.
  2. Tematizzazione mappe e ricerca incongruenze cartografia / catasto.
  3. Verifica puntuale situazione di fatto del fabbricato (ortofoto, Google Street View, sopralluoghi ecc. ecc.)
  4. Contradditorio col contribuente ed invito alla regolarizzazione della situazione.
  5. Eventuale coinvolgimento del catasto per attività d’ufficio.
  6. Emissione avviso accertamento e/o ravvedimento operoso.